Blog

Quale Iter burocratico segue la realizzazione di una casa in legno?

Il sesto video di Woody Solution parla dell’iter burocratico che segue una casa in legno.

QUALE ITER BUROCRATICO SEGUE LA REALIZZAZIONE DI UNA CASA IN LEGNO?

Ancora oggi in Italia per la maggior parte delle persone la casa in legno è una casetta di piccole dimensioni, magari venduta in megastore accanto agli articoli da giardinaggio… Nulla di più sbagliato! Le soluzioni costruttive in legno, che si possono legittimamente includere nella categoria delle “case prefabbricate” a basso consumo energetico, non vanno assolutamente confuse con le strutture in legno rivolte alla realizzazione di annessi da giardino, box ed autorimesse, bungalow e casette da campeggio. Le case in legno, infatti, rappresentano una soluzione costruttiva moderna in grado di rispondere efficacemente agli attuali obblighi normativi in materia di sicurezza, di antisismicità, di isolamento termoacustico delle costruzioni. Per questo motivo vanno considerate una valida opzione rispetto alla tradizionale muratura in opera.

L’iter burocratico per la realizzazione di una casa prefabbricata in legno (a catalogo o a progetto, a pareti intelaiate o in xlam) è il medesimo delle costruzioni in latero-cemento e dipende esclusivamente da quanto previsto dai regolamenti locali del comune di edificazione.

Il percorso autorizzativo seguirà, caso per caso la specifica prassi ordinaria, che potrà prevedere un passaggio in Commissione Edilizia ed il rilascio di un Permesso di Costruire o una semplice S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

E’ quindi necessario affidarsi ad un tecnico abilitato che elabori il progetto architettonico e si occupi di preparare e consegnare tutte le pratiche che richiede l’ufficio comunale di competenza. Se l’area interessata è soggetta a particolari vincoli o richiede il rilascio del parere preventivo di uno o più enti, il tecnico provvederà all’allestimento di tutte le pratiche necessarie per ottenere tutti i permessi,  ad esempio, l’autorizzazione paesaggistica da richiedere alla Soprintendenza ai beni ambientali.

Sarà inoltre necessario un tecnico abilitato che elabori il progetto strutturale che andrà depositato all’ufficio di competenza territoriale. Il progetto strutturale sarà possibile solo dopo aver eseguito il rilievo e la relazione geologica.

Il rilascio del nulla osta comunale permette di dare il via ai lavori di costruzione (generalmente entro un anno dalla concessione, con l’obbligo di terminare il cantiere entro tre anni).

Le spese da sostenere per gli oneri comunali (urbanizzazione primaria e secondaria, costo di costruzione, bolli e diritti di segreteria) non dipendono dal sistema costruttivo scelto, ma dalle caratteristiche e dalle dimensioni dell’edificio: una casa in muratura e una casa identica per tipologia e cubatura in legno richiedono esattamente lo stesso iter burocratico sono assoggettate allo stesso identico esborso nei confronti dell’amministrazione comunale.

Si riporta di seguito un elenco di pratiche che vanno preparate per la realizzazione e la conclusione dei lavori di un edificio. La pratiche in grassetto sono quelle sempre necessarie; le rimanenti sono quelle richieste qualora si presentino particolari vincoli e/o condizioni.

Progettazione architettonica

Computi metrici per la scelta delle imprese a cui affidare il lavoro

Capitolato speciale d’appalto

Redazione della pratica edilizia in comune (Permesso di Costruire, SCIA, CIL…)

Rilievo e relazione geologica

Pratica al Genio Civile per le opere strutturali

Pratica per l’Autorizzazione Paesaggistica

Pratica per l’acustica (L.R. 15 del 2001 e DGR 673 del 2004)

Pratica Vigili urbani per apertura passi carrabili

Pratica fognature

Provvedimento di VIA o AIA

Pratica Vigili del fuoco

Pratica per la certificazione energetica

Piano di lavoro di demolizione o rimozione amianto

Pratica AUSL

Progetto degli impianti (dm 37/2008)

Sicurezza del cantiere

Collaudo finale

Accatastamento

Pratica di fine lavori e agibilità

Related Posts

come è fatta una casa a Telaio?

L’ottavo video di Woody Solution parla del sistema costruttivo a Telaio.   COME E’ FATTA UNA CASA A TELAIO? Uno dei sistemi costruttivi più collaudati per la realizzazione di case in legno è senza dubbio il sistema a telaio o “Platform Frame”. Le origini di questo sistema, nato in America settentrionale, risalgono al periodo della

Come si comporta una struttura in legno soggetta a incendio?

Il settimo video di Woody Solution parla del comportamento al fuoco di una struttura in legno.   COME SI COMPORTA UNA STRUTTURA IN LEGNO SOGGETTA A INCENDIO? Opinione comune e diffusa è che dove c’è legno, c’è rischio di incendio. Il legno brucia, e ciò è vero, perché il legno è un materiale combustibile. Questo

Cos’è la Bio Edilizia?

Il quinto video di Woody Solution parla della Bio Edilizia.   CHE COS’È LA BIOEDILIZIA La Bioedilizia è l’alternativa intelligente all’architettura tradizionale. E’ “costruire e vivere sano”. È “costruire sano”, perché prevede l’utilizzo prevalente di materiali ecosostenibili, il cui impatto sull’ambiente è minimo e questo significa salvaguardare il pianeta e le sue risorse. È “vivere